Pagina principale

Da Ekopedia.


Benvenuti su Ekopedia

l’enciclopedia pratica che tratta le tecniche alternative di vita.
In ecologia, conosciamo il perché. Ecco quindi come rispondere alle sfide ecologiche di oggi e di domani.
Più di 1.054 articoli scritti in maniera cooperativa sono liberamente riutilizzabili.

Luce su…

La lampadina fluocompatta o lampada fluorescente compatta, è un’alternativa alle lampadine tradizionali. A lunga durata ed econome, fanno più luce di una lampadina incandescente.

Le lampadine fluocompatte, essendo dei derivati dei tubi fluorescenti, hanno grosso modo le stesse performance di questi ultimi.

Uno dei punti di forza delle lampadine fluocompatte è di potersi sostituire alle lampadine a incandescenza classiche.

  • Si adatta direttamente alle culatte a vite o a baionetta e non obbliga ad investire in un nuovo sistema di illuminazione (salvo in caso di presenza di un variatore di tensione).
  • Il suo prezzo di vendita è più elevato di una lampadina tradizionale, ma dura 10 volte di più (da 7 a 10 anni circa invece di 6 mesi).
  • Consuma il 75% di energia in meno delle lampadine normali.
  • La lampadina a incandescenza disperde più del 90% dell’energia in calore, la fluocompatta solo il 25%.
  • Una fluocompatta da 25 watt ha la stessa intensità luminosa di una lampadina normale da 100 watt.
  • Secondo Environnement Canada, in una abitazione solitamente sono presenti una trentina di lampadine che consumano circa 200$ all’anno. Con una fluocompatta, il consumo scende a 50$.
  • Nella maggior parte dei paesi industrializzati, le compagnie energetiche incoraggiano l’acquisto delle lampadine omologate offrendo ai consumatori degli sconti di 5$ per ogni 10$ di spesa.
  • Nel corso della sua vita, una lampadina fluocompatta da 20 W permette di risparmiare 1000 kWh, evitando in questo modo:
    • le emissioni inquinanti (l’equivalente di 60 kg di gaz carbonico e 0,4 kg di ossido di zolfo)
    • la generazione di rifiuti legata alla produzione di energia corrispondente (l’equivalente di 150 cm3 di rifiuti nucleari)
    • il consumo inutile di risorse fossili (una centrale elettrica classica dovrebbe consumare 210 litri di nafta per produrre i 1000 kWh risparmiati)

Il costo di fabbricazione delle LFC è considerevolmente diminuito da alcuni anni. Le fluocompatte continuano tuttavia a costare di più rispetto alle lampadine tradizionali in quanto il loro costo di fabbricazione è più alto.
Il loro processo di fabbricazione è più complesso: ricorre maggiormente all’elettronica, richiede un controllo più accurato del prodotto e di conseguenza ha dei costi più elevati legati al controllo della qualità.

Trucchi e astuzie

Diventare più ecolo non è così difficile come si può pensare. Ci sono delle piccole cose che possiamo fare ogni giorno per aiutare a ridurre i gas effetto serra e il nostro impatto negativo sull’ambiente.
Prendersi cura della Terra non è solamente una responsabilità, è un privilegio. Esistono molti piccoli trucchi che possiamo mettere in pratica con semplicità. Vedi quindi 10 trucchi per salvare il pianeta.

Lo sapevi che…

Il tetto verde, tetto vegetale o ancora copertura vegetalizzata, è un tipo di copertura che utlizza la terra e i vegetali al posto dell’ardesia, della tegola…
Storicamente, la costruzione di coperture vegetali è una tradizione in molti paesi scandinavi ed europei. Il mix tra terra e vegetali attecchiti sui tetti permette di realizzare delle coperture relativamente ben isolate, protette dall’aria e dall’acqua, resistenti al vento e al fuoco. Il tutto tramite materiali facilmente disponibili. All’origine, i tetti verdi sono nati da una semplice necessità pratica. Si stendeva la terra o zolle di erba su della scorza di betulla appoggiata sul tetto. La scorza aveva il ruolo di barriera impermeabile, mentre la terra aveva il solo scopo di mantenere ferma la scorza. Che bella alternativa è nata da questa pratica!

L’immagine in vetrina


The-Khabbaz.jpg
È molto importante coordinare il calore del forno e il grado di fermentazione dell’impasto. L’impasto è l’elemento decisivo! Se non risulta abbastanza lievitato, bisogna continuare a mantenere il calore del forno fino al momento giusto.

Cosa posso fare?

Constatazione

Più di un secolo di sviluppo, di ricerca della crescita economica, di corsa al progresso tecnico e scientifico, di industrializzazione massiva e di sfruttamento intensivo della natura. Il risultato atteso, questo futuro migliore promesso ai nostri antenati, non è ancora arrivato. Al contrario, le disuguaglianze economiche tra regioni del mondo e all’interno stesso degli spazi nazionali si sono considerevolmente aggravate: intere culture sono scomparse, altre stanno oggi scomparendo, la distruzione ecologica si è fortemente accellerata, il bilancio è tetro! Abbiamo una grandissima responsabilità riguardo al futuro che ci stiamo creando. Se vogliamo lasciare un ambiente migliore per i nostri figli - e per noi stessi, dovremo modificare i nostri stili di vita, le nostre abitudini di consumo… Attualmente, per soddisfare i suoi bisogni, l’uomo deve ricorrere all’industria del consumo. Non sa più coltivare, cucinare, costruire la sua casa, fabbricare gli strumenti utili per la sua sopravvivenza e per il suo tempo libero…

« Dobbiamo definire insieme le tecniche che ci permetteranno di costruire un mondo migliore. » 
Jean-Luc Henry, fondatore del progetto Ekopedia




Indice Alfabetico

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Fondazione Ekopedia
Strumenti
Altre lingue